PozzuoliToday

Pozzuoli, occupata l’ex biblioteca nel Rione Toiano

Marco Caccavale, rappresentante degli studenti del Pitagora: "Non abbiamo un'aula dove fare un'assemblea d'istituto decente. Noi restiamo qui dentro, aspettando le parole del commissario straordinario e del preside"

Gli studenti non si fermano nell’area flegrea. Dopo l’occupazione del liceo di Bacoli, oggi è stata occupata anche l’ex biblioteca Raffaele Artiglieri nel Rione Toiano, alla periferia di Pozzuoli.

Questa mattina gli studenti dell’istituto “Pitagora”, sito nel suddetto rione popolare, alle 9 hanno deciso di entrare ed occupare la struttura che fino a qualche mese fa era ancora adibita a biblioteca. In queste settimane, infatti, sono cominciati anche i lavori a causa, secondo indiscrezione, dello spostamento di alcuni uffici comunali.

Già in passato la biblioteca fu oggetto di numerose richieste, anche da parte delle associazioni e dei movimenti giovanili della città, che richiedevano all’ente uno spazio dove poter fare attività volte al sociale. Oggi, invece, gli studenti medi hanno occupato la struttura affinché la stessa possa essere utilizzata per l’istituto scolastico li vicino. «Non abbiamo un aula dove fare un’assemblea d’istituto decente – ha affermato Marco Caccavale, rappresentante degli studenti nell’istituto. L’anno prossimo ci saranno anche altre classi e la nostra scuola, molto probabilmente, accoglierà più studenti di quest’anno, che non sappiamo dove mettere. Intanto – conclude il rappresentante – noi restiamo qui dentro, aspettando le parole del commissario straordinario e del preside».

Il preside, infatti, è stato convocato per domani dal commissario prefettizio del comune di Pozzuoli, dott. Roberto Aragno, proprio per discutere della questione. In pieno pomeriggio, accompagnato da due carabinieri, il Dirigente scolastico del Pitagora è andato a “far visita” agli studenti, rassicurandosi della situazione. «Dal punto di vista della sicurezza – ha affermato il Dirigente scolastico, Dott. Cersare Fournier – non c’è nulla da preoccuparsi. Non c’è stato niente di rotto nemmeno quando gli studenti erano nell’istituto».

Tutto è iniziato stamattina, quando gli alunni del Pitagora, già intenzionati a richiedere quella struttura, hanno sfilato davanti al comune di Pozzuoli reclamando un incontro al Commissario. Gli è stato risposto che “il comune riceve solo il martedì e il giovedì”. È stata proprio questa risposta negativa, e forse anche un po’ troppo “burocratica”, che ha indotto gli studenti all’azione forte, ossia l’occupazione. Proprio oggi gli stessi rappresentanti d’Istituto hanno protocollato un’ulteriore richiesta d’incontro al comune, ma pare – secondo indiscrezioni – che il commissario sia disposto ad “ascoltare” solo la dirigenza e non la voce degli studenti. Anche una delegazione delle associazioni, inoltre, è intenzionata ad andare a discutere con i ragazzi, proprio per far in modo di poter conciliare le due richieste: quella di rendere la struttura funzionale all’istituto e alla società civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

  • L'Amica Geniale 2, le anticipazioni sugli episodi 3 e 4

  • Coronavirus, è epidemia sulla Diamond Princess: tornano a casa i campani a bordo

Torna su
NapoliToday è in caricamento