PozzuoliToday

Toiano: incendio al bar, il sindaco: "Massima vigilanza"

Il bar proprio all'uscita della sede comunale va in fiamme

Il sindaco Figliolia

Ieri sera, poco dopo la mezzanotte, alcuni dirigenti comunali, uscendo dalla sede del Municipio in via Tito Livio dopo una riunione col sindaco, hanno notato le fiamme che uscivano dal bar che si trova proprio di fronte all'ingresso della casa comunale ed hanno immediatamente avvertito i vigili del fuoco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Se gli inquirenti dovessero confermare l'ipotesi dell'incendio doloso di matrice criminale ai danni del bar, ci troveremmo di fronte ad un episodio grave e che inquieta non poco, dal momento che sarebbe da interpretare come preoccupante recrudescenza criminale – sottolinea il sindaco Vincenzo Figliolia – Grazie al provvidenziale intervento dei vigili del fuoco, infatti, si è evitato che le fiamme danneggiassero non solo il locale, ma anche le molte abitazioni soprastanti. Il lavoro condotto negli ultimi anni dalle forze dell'ordine e dai magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli ha reso possibile la disarticolazione dei clan di camorra della zona, infliggendo pene detentive esemplari. Ma da sindaco, auspico che l'attenzione delle forze dell'ordine e la vigilanza della magistratura rimanga altissima sul nostro territorio, anche perchè a Pozzuoli siamo alla vigilia di importanti investimenti da milioni di euro per realizzare opere pubbliche e infrastrutture. Uno scenario che potrebbe indurre i clan camorristici a inquinare l'economia legale. Il Comune di Pozzuoli, già da tempo in prima linea nelle costituzioni di parte civile nei processi penali e impegnato con Sos Impresa nello Sportello antiracket, sarà al fianco dei cittadini onesti garantendo massima trasparenza e legalità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

  • Igiene orale e difese immunitarie: qual è la connessione?

  • Il lockdown di Valentina Nappi: "Senza mutande a casa col mio ragazzo e un pitone"

Torna su
NapoliToday è in caricamento