PozzuoliToday

Quarto, onoranze funebri: "Atti camorristici per monopolio territoriale"

Parla Luigi Cuomo, portavoce dell'Accordo intersindacale delle imprese funebri della Campania: "Affidano ad atti camorristici l'affermazione di presunti diritti di monopolio territoriale"

Luigi Cuomo

Il portavoce dell’AIFC (Accordo intersindacale delle imprese funebri della Campania) Luigi Cuomo anche a nome del neo costituito “Osservatorio contro il racket del caro estinto” in merito alle notizie di stampa apparse oggi su molti quotidiani cittadini relativamente ai deprecabili fatti di Quarto dove un rappresentante della locale ditta Cesarano ha minacciato, insultato e schiaffeggiato il titolare dell’impresa funebre Barca, precisa che l’aggressore Alfonso Cesarano di anni 51 non è Alfonso Cesarano vicepresidente nazionale della FENIOF e delegato dell’A.I.F.C.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Quanto avvenuto a Quarto in questi giorni – continua Cuomo – conferma ancora una volta l’urgenza e l’importanza di interventi efficaci di ripristino in questo settore di forti elementi di liberalizzazione e di legalità che molti operatori del settore non rispettano affidando ad atti camorristici l’affermazione di presunti diritti di monopolio territoriale. Per queste ragioni – conclude Luigi Cuomo – negli ultimi mesi è nato l’Accordo intersindacale tra l’ACITOF-FENIOF, la LAIIF-Confesercenti e la Federcofit e poi da questo accordo, con il determinate contributo della RETE PER LA LEGALITA’, LIBERA, RETE LEGALE ETICA, FEDERCONSUMATORI E CGIL, è stato costituito l’”Osservatorio regionale contro il racket del caro estinto”, questi due nuovi strumenti di autoregolamentazione interna al settore funerario e cimiteriale vogliono contribuire con le Amministrazioni Comunali, la Regione, la Magistratura e le Forze di Polizia a portare ordine e trasparenza a favore delle imprese sane e, soprattutto delle famiglie dei defunti, vittime anch’esse delle illegalità imprese illegali e scorrette».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Nuova ordinanza di De Luca: pubblicato il testo e le linee guida (I DOCUMENTI)

Torna su
NapoliToday è in caricamento