PozzuoliToday

Camorra, nuove intimidazioni al Quarto Calcio: "Potremmo lasciare"

La società sportiva fu sequestrata alla famiglia Polverino, e da allora è considerata una sorta di "bene sottratto alla mafia". Il presidente Cuomo: "Basta, se serve andiamo via"

Il presidente Luigi Cuomo

L'ennesimo raid intimidatorio contro la squadra del Nuovo Quarto, compagine calcistica simbolo della lotta antiracket, potrebbe far lasciare Luigi Cuomo, il presidente. “Basta, se serve andiamo via”, ha dichiarato una volta scoperto gli atti vandalici portati a termine negli spogliatoi della società.

La squadra venne sequestrata dai magistrati al clan camorristico dei Polverino, e da allora è considerata una sorta di bene confiscato alla mafia. “È stato un episodio inquietante – spiega Cuomo – che dimostra come le forze oscure che si oppongono alla legalità sul territorio siano tornate a farsi sentire”.

Sulla vicenda del raid intimidatorio la deputata del Pd Michela Rostan ha annunciato la presentazione di un'interrogazione ai ministri della Giustizia e degli Interni. “La squadra costituisce un presidio dell'antiracket nell'area flegrea”, prosegue Rostan, che chiede al governo se sia a conoscenza dei fatti “e quali, ormai improcrastinabili, iniziative intenda intraprendere per contrastare il fenomeno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento