PozzuoliToday

Monterusciello: la Grotta di via Monte Corvara fa paura

Polemiche sulla Grotta di via Monte Corvara. Solo pochi giorni fa fu teatro di un incidente mortale e la manutenzione lascia a desiderare. Il comitato "Vivere Monterusciello" insorge

La grotta di via Monte Corvara fa ancora paura. È quello che denuncia il comitato cittadino "Vivere Monterusciello", nato da poco nel megaquartiere puteolano. La grotta che collega il comune di Quarto e Pozzuoli è di nuovo al centro delle polemiche.

Già negli anni passati, infatti, quel tratto di strada era stato chiuso, proprio per effettuare i lavori di manutenzione. A distanza di qualche mese dall'apertura, che visibilmente ha portato soltanto un nuovo colore di facciata alla grotta, le polemiche non sembrano placarsi. "È una grotta pericolosa - afferma il vicepresidente del comitato, Gennaro Schiano. Ci sono avanzi di pneumatici, manca la segnaletica e spesso gli aeratori funzionano male o in modo parzialmente sufficiente".

Effettivamente nella grotta, quando le ventole che portano fuori l'aria non funzionano, la visibilità è scarsa e sale il rischio per gli automobilisti. È di sabato scorso la tragica notizia: morto un giovane 19 enne. Antonio Imperato, il nome del ragazzo di Ercolano, che ha perso la vita, probabilmente, nell'effettuare un sorpasso, l'auto si sia scontrata frontalmente con un pullman di linea della CTP che proveniva in direzione opposta e faceva rientro al deposito di via Campana. La Fiat Punto si è infilata sotto il pullman e per il giovane non c'è stato nulla da fare. Un ennesimo incidente, che ha provocato anche la rabbia dei comitati.

"Chiediamo dei controlli - continua il vicepresidente - da parte dei comuni e della polizia stradale. Che mettessero il tutor anche in grotta, così si controlla la velocità degli automobilisti. I mezzi per non far andare a gran velocità le auto esistono, come i rallentatori sul manto stradale o uno spartitraffico. Il comune - conclude Gennaro Schiano - dovrebbe garantire la sicurezza, mi chiedo in che modo abbiano fatto il tunnel. Le amministrazioni di Quarto e Pozzuoli devono fare qualcosa, non aspettino altre tragedie".
Oggi, intanto, a detta dei passanti, stava capitando un altro incidente stradale. Dopo un sorpasso una Mercedes grigia si è fermata completamente nella propria carreggiata, pur di far passare l'auto dal lato opposto ma rischiando di farsi tamponare. Un appello, quindi, ai due comuni limitrofi, affinché non ci siano più stragi, affinché gli automobilisti siano prudenti.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Rissa nel Vasto, "grida disumane". Un quarantenne finisce in ospedale

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

  • Amichevole in famiglia in casa Juve, cori contro i napoletani: Sarri fa finta di nulla

  • Tragedia all'isola d'Elba: napoletano trovato morto nella casa in cui era in vacanza

  • Tony Colombo, attacco da Borrelli: "Senza casco e sul marciapiede, esempio di inciviltà"

Torna su
NapoliToday è in caricamento