PozzuoliToday

Parte il percorso di sinistra ecologia e libertà giovani

Ieri si è tenuta la presentazione organizzata dal movimento giovanile di Sinistra Ecologia e Libertà. Nel corso della serata i giovani hanno espresso le loro sul nuovo modo di fare politica e, scendendo nei particolari, sul lavoro nero, la cultura e gli spazi sociali

sel1E' riuscita al meglio la presentazione pubblica organizzata dal movimento giovanile di Sinistra Ecologia e Libertà. Molti i giovani puteolani che hanno partecipato. Dagli aderenti al gruppo, a rappresentanti di altri movimenti, ai simpatizzanti.
Nel corso della serata i giovani hanno espresso le loro idee alla cittadinanza sul nuovo modo di fare politica e, scendendo nei particolari, sul lavoro nero, la cultura e gli spazi sociali.

«Abbiamo voluto dare un segnale ai ragazzi ed alla cittadinanza – ha affermato Riccardo Volpe, portavoce del movimento giovanile – organizzando subito una prima iniziativa per esporre alla gente tutte le nostre idee».

Durante gli interventi è stata palesata anche la proposta che verrà condotta, nel minor tempo possibile, al consiglio comunale. La “Carta Giovani” sarà, infatti, il primo progetto che il movimento giovanile, attraverso i suoi rappresentanti nelle istituzioni, vorrà di attuare. Si tratterà di un sistema di agevolazioni e di sconti su tutto ciò che fa cultura, dando così più possibilità a tutti di andare al cinema, comprare un libro o uno strumento musicale, un modo anche per promuovere la cultura che ormai viene sempre più delegata alle sole scuole.

«Il nostro modo di fare politica è basato sulla discussione e sul confronto – continua Volpe – senza veti pregiudiziali. Basta con le logiche delle alleanze e dei tecnicismi, fanno parte di un modo di fare che è ormai fallito. Staremo tra la gente, collaboreremo con le altre giovanili ma soprattutto con i movimenti e le associazioni, per raccogliere le loro istanze e farle diventare cavallo di battaglia della nostra linea politica. È ora di cambiare – conclude Riccardo – Pozzuoli ha bisogno di una svolta radicale e noi faremo del nostro meglio per contribuire al cambiamento, impugnando la legittimità che conquisteremo tra i puteolani e non calata dall’alto da dirigenti di partito, sono sistemi che non ci appartengono».

Durante la serata, in segno di apertura e confronto, sono stati distribuiti dei test anonimi per sondare il livello di gradimento della serata. Il risultato è ottimo. Molti hanno addirittura lasciato i propri recapiti per poter aderire al gruppo, che si incontra ogni venerdì alla sezione di SeL di Monterusciello. In segno di stima e di riconoscimento hanno partecipato, oltre a rappresentanti di movimenti, associazioni e partiti politici, anche Gianfranco Di Somma, consigliere comunale, Carlo Morra, consigliere provinciale e Arturo Scotto, ex deputato e dirigente di SeL in Campania. 

La presentazione si è conclusa con il concerto di giovani emergenti, che fino alla mezzanotte hanno intrattenuto i presenti.   

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Rissa nel Vasto, "grida disumane". Un quarantenne finisce in ospedale

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

  • Amichevole in famiglia in casa Juve, cori contro i napoletani: Sarri fa finta di nulla

  • Tragedia all'isola d'Elba: napoletano trovato morto nella casa in cui era in vacanza

  • Tony Colombo, attacco da Borrelli: "Senza casco e sul marciapiede, esempio di inciviltà"

Torna su
NapoliToday è in caricamento