PozzuoliToday

Allarme epatite A, distrutti filari di cozze: "Non consumatele crude"

In mitili provenienti da coltivazioni al largo di Bacoli attaccati da virus HAV (Epatite A) e novovirus. La zona è ora monitorata

Cozze

Allarme epatite A per chi mangia mitili ed in particolar modo cozze: a lanciarlo il direttore del Dipartimento dell'Asl Napoli 2 Nord, Enrico Bianco. Virus nei campioni analizzati.

L'allerta è diretta a tutti i comuni flegrei e del territorio afferente all'Asl di Bianco. Nella nota diramata dall'azienda sanitaria locale, si legge: “Causa allerta alimentare dovuta al riscontro del virus dell'epatite A e di novovirus in campioni di mitili (cozze) si raccomanda di non consumare frutti di mare crudi o poco cotti. Il virus HAV (Epatite A) si inattiva a 85°C per 15 minuti di cottura e a 100°C per 1 minuto”.

Il virus della malattia fu individuato lo scorso mese nel corso di controlli da parte di veterinari dell'Asl flegrea. I campioni esaminati erano cozze provenienti da coltivazioni al largo di Bacoli. Interdetta la coltivazione nell'area marina interessata: al momento la zona è monitorata, e i filari sono stati distrutti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Si chiamava Pietro e aveva solo 16 anni: è lui la vittima dell'incidente di Casoria

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento