PozzuoliToday

Pesa 380 kg, forse servirà una gru per portarlo in clinica

Aristide Angelillo, 51 anni, non riesce più ad alzarsi dal letto. Ad aggravare la sua condizione, anche il fatto che è agli arresti domiciliari

Bloccato in casa

Non può uscire di casa perché non riesce più ad alzarsi dal letto: pesa 380 kg il 51enne Aristide Angelillo, prigioniero della sua abitazione a Licola che non riesce ad essere trasferito alla clinica di Pineta Grande.

Come se non bastasse la sua condizione, Angelillo è agli arresti domiciliari. A casa sua, in via vecchia Masseria, ci sono da giorni medici, infermieri e vigili del fuoco a studiare il metodo per farlo uscire di casa: si parla di una gru per prelevarlo dal balcone. “Campania Emergenza”, specializzata per trasferimenti di questo genere, ha messo a disposizione una sua ambulanza.

All’ingresso del giardino del villino in cui vive ha affisso un cartello. “Avviso signori P.G. Sono solo in casa e non cammino, mia moglie è in terapia intensiva, c’è la chiave dietro al cancello, c’è la chiave nella porta, vi prego di salire al primo piano oppure di prendere il telefono sul divano”.

Una storia di solitudine e sofferenza che si spera possa avviarsi ad una conclusione al più presto.

Potrebbe interessarti

  • Capri, in vendita casa da sogno con meravigliosa vista sul Golfo

  • I farmaci generici sono davvero uguali a quelli di marca?

  • Ogni quanto bisogna lavare le lenzuola e perché

  • Il fiore delle streghe: come riconoscere la pianta assassina e perché è pericolosissima

I più letti della settimana

  • Presunto furto in autogrill per la moglie di Gianni Nazzaro: arrestata

  • Lutto nel mondo di Un Posto al Sole, addio alla "madre" di Giulia Poggi

  • Tony Colombo elogia i piatti preparati dalla moglie Tina: "Donne italiane, curate i vostri mariti"

  • Colpo di scena: il Chelsea prova a convincere Sarri a restare a Londra

  • Il noto attore di Un Posto al Sole schiaffeggiato alla fermata del bus: il racconto

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 17 al 21 giugno

Torna su
NapoliToday è in caricamento