PozzuoliToday

Può tornare a scuola Jessica, la ragazza disabile maggiorenne

La scuola ha informato i genitori che è pronta ad accogliere in classe la ragazza che non era stata accettata perché per lei non era possibile prevedere docenti di sostegno, dopo aver compiuto 18 anni

Disabile

Sembra aver trovato una risoluzione il caso di Jessica, la ragazza disabile a cui era stata negata l'iscrizione al primo anno della scuola superiore perché maggiorenne. Oggi al 'Seneca' di Monte di Procida, dove si è iscritta per frequentare la prima liceo scientifico, sono arrivati i docenti per il sostegno ed è stata prevista la copertura completa per l'orario di lezioni della ragazza, pari a 27 ore settimanali.

La scuola ha già informato i genitori che è pronta ad accogliere in classe la ragazza che, alla prima iscrizione alle superiori, non era stata accettata perché per lei non era possibile prevedere docenti di sostegno in quanto aveva già compiuto i 18 anni. L'ufficio scolastico provinciale di Napoli, interpellato per la questione, si era attenuto alle disposizioni dettate dalla spending review. La famiglia, allora, si era appellata al Tar della Campania rivendicando il diritto all'istruzione di un cittadino italiano come sancito dalla carta costituzionale. Il Tar ha dato ragione alla famiglia e con sentenza del 28 settembre scorso ha riammesso la ragazza a scuola. (Ansa)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Sacchi: "Nella difesa del Napoli solo Di Lorenzo si muove in modo organico e sinergico"

Torna su
NapoliToday è in caricamento