PozzuoliToday

Può tornare a scuola Jessica, la ragazza disabile maggiorenne

La scuola ha informato i genitori che è pronta ad accogliere in classe la ragazza che non era stata accettata perché per lei non era possibile prevedere docenti di sostegno, dopo aver compiuto 18 anni

Disabile

Sembra aver trovato una risoluzione il caso di Jessica, la ragazza disabile a cui era stata negata l'iscrizione al primo anno della scuola superiore perché maggiorenne. Oggi al 'Seneca' di Monte di Procida, dove si è iscritta per frequentare la prima liceo scientifico, sono arrivati i docenti per il sostegno ed è stata prevista la copertura completa per l'orario di lezioni della ragazza, pari a 27 ore settimanali.

La scuola ha già informato i genitori che è pronta ad accogliere in classe la ragazza che, alla prima iscrizione alle superiori, non era stata accettata perché per lei non era possibile prevedere docenti di sostegno in quanto aveva già compiuto i 18 anni. L'ufficio scolastico provinciale di Napoli, interpellato per la questione, si era attenuto alle disposizioni dettate dalla spending review. La famiglia, allora, si era appellata al Tar della Campania rivendicando il diritto all'istruzione di un cittadino italiano come sancito dalla carta costituzionale. Il Tar ha dato ragione alla famiglia e con sentenza del 28 settembre scorso ha riammesso la ragazza a scuola. (Ansa)

Potrebbe interessarti

  • Ogni quanto bisogna lavare le lenzuola e perché

  • Formiche: tutti i rimedi per allontanarle di casa

  • Il miglior bartender d'Italia è Salvatore Scamardella

  • Sai quali sono gli alimenti da non congelare a casa?

I più letti della settimana

  • Morta sull'Asse mediano: la vittima è Imma Papa

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 24 al 28 giugno: Diego si mette nei guai

  • Muore noto commerciante: il cordoglio sui social

  • Tragico incidente sull'Asse Mediano: morta una donna

  • Un napoletano conquista All Together Now: Rega vince con Pino Daniele e De Crescenzo

  • E' morta Loredana Simioli, raccontò il cancro con grande coraggio

Torna su
NapoliToday è in caricamento